Calli: cosa sono e come liberarsene

Benessere

Calli: cosa sono e come liberarsene

By  | 

I calli sono piccole e fastidiosissime lesioni che sorgono prevalentemente sul palmo delle mani, sulla pianta dei piedi e tra le dita. Sebbene la causa sia spesso dovuta ad insulti locali ripetuti, come sfregamenti e pressioni eccessive, i calli possono talvolta dipendere da malattie (es. diabete) od intossicazioni da veleni. 

i calli
In genere, un soggetto in piena salute che si accorge della presenza di un callo necessita il trattamento podologico solo quando la lesione diviene dolorosa o crea seri disturbi. Nella maggior parte dei casi, infatti, per far scomparire il callo spontaneamente è sufficiente eliminare la fonte di attrito o pressione.
Discorso differente per i pazienti diabetici e per tutti i soggetti che presentano una scarsa circolazione del sangue ai piedi. In simili circostanze, la presenza di uno o più calli potrebbe procurare serie conseguenze al malcapitato; pertanto, l’assistenza di un medico è indispensabile proprio per prevenire possibili complicanze.
In un soggetto sano che lamenta fastidiosi e ricorrenti calli sotto i piedi, il trattamento più indicato consiste nell’utilizzo di prodotti cheratolitici contenenti particolari sostanze, quali:

Alfa-idrossiacidi, come l’acido salicilico
Agenti esfolianti preparati con beta-idrossiacidi, come acido cogico, acido glicolico
Urea
In alternativa (o come trattamento complementare), i calli possono essere rimossi con uno specifico rasoio per calli oppure levigati con la pietra pomice.
Dopo l’utilizzo di strumenti come il rasoio per calli, è consigliato l’utilizzo di creme o pomate antibatteriche per minimizzare il rischio d’infezioni.

In rari casi, i calli che provocano dolore e gravano sulla camminata del malcapitato portatore possono essere eliminati mediante intervento chirurgico: normalmente, questo genere di trattamento è volto a correggere il mal-allineamento delle ossa responsabile di attriti locali, quindi dei calli.